Le Nostre Recensioni

Mille notti di te e di me di Laura Gay - Recensione -

Serie: -
Autore: Laura Gay
Editore: Newton Compton Editori
Genere: Romanzi Rosa
Amazon


Sinossi

Eva Massa, una ventenne genovese, è completamente al verde. Deve trovare al più presto un modo per potersi mantenere e completare gli studi universitari. Alla soluzione sembra aver pensato la sua amica Fiamma, intraprendente e audace, che a sua insaputa mette la foto di Eva su un sito per accompagnatrici di lusso. E la sua chioma rossa non passa inosservata... La proposta più allettante arriva da un ricco uomo d’affari londinese: cinquantamila euro in cambio di un weekend insieme a lui a Londra. Eva all’inizio rifiuta, poi la curiosità e il fascino di Brian Armitage hanno il sopravvento sul buonsenso, e la ragazza accetta, a patto di non dover fare sesso con lui. Ma quando Brian ed Eva si vedono, l’attrazione tra loro è palpabile. E dopo una giornata trascorsa a fare shopping nelle più belle vie londinesi, Eva cede alla tentazione. E il sesso tra di loro non sarà affatto soft… 


Alle volte quando ci si ritrova in grave difficoltà economica, si accettano compromessi non sempre in linea con il nostro essere. Ed è proprio così che Eva e Brian si conoscono. Fiamma, l'amica di Eva, l'ha iscritta a sua insaputa ad un sito di escort: ed è lì che Brian, vedendo la sua foto, ne rimane ammaliato.
"Brian lanciò un’occhiata fugace. Era infastidito. Stava per mandare al diavolo il suo amico, quando lo sguardo gli cadde su una foto. Vi cliccò sopra per ingrandirla. La foto ritraeva una ragazza dai folti capelli rossi, il viso pulito, da studentessa. Non sembrava affatto una professionista del sesso, piuttosto… Oh, non sapeva neppure lui cosa! Eppure ne rimase affascinato."
Farà di tutto per convincerla a raggiungerlo in Inghilterra. Quando fa la sua conoscenza non può credere ai suoi occhi...lui è bellissimo con una voce stupenda. Lei è decisa a mantenere le distanze...Peccato che ogni volta che lui la bacia non riesce ad essere lucida e si lascia ammaliare.
"Trattenne il fiato mentre lui le sfiorava le labbra con le proprie, in una lenta carezza. Eva ebbe l’impressione che il cuore le schizzasse fuori dal petto. Batteva così forte che sarebbe morta, se lui non l’avesse lasciata all’istante. Al tempo stesso, non desiderava che lo facesse. Dio, no. Lei voleva che la baciasse. Che la baciasse sul serio."
Le difese di Eva cadranno e verranno risucchiati in un vortice di passione che li travolgerà appieno.
Quando Eva si rende conto che si sta innamorando di questo uomo autoritario, bellissimo che le fa battere il cuore solo con lo sguardo, decide di ritornarsene a casa, ma lui non vuole e non può lasciarla andare...non riesce a staccarsi da lei, non può fare a meno di lei. Non è affatto facile stare a fianco a Brian e lo sarà ancora meno quando comparirà la socia. Decisa che solo lei ha il diritto di stare al suo fianco...una pazza. Infatti sarà la causa del litigio e della rottura tra i due.
Quando Eva rientra in Italia scoprirà che non sarà affatto facile e impossibile dimenticarlo. Per Brian sarà veramente dura perché si renderà conto che perdere Eva è come aver perso una parte di se stesso.
"Ma adesso non poteva più mentire a se stesso: amava Eva come non gli era mai successo nella vita. Adorava tutto di lei, anche i difetti. E la rivoleva con sé. “Già, peccato che lei non voglia più te”. All’improvviso un’ondata di panico lo investì. Come avrebbe fatto senza Eva? Di certo non poteva tornare alla sua vita di prima. Lei lo aveva cambiato e niente sarebbe stato più lo stesso. Se solo non si fosse comportato da coglione, se avesse avuto il coraggio di confessarle ciò che provava, forse le cose sarebbero andate diversamente."
Ma non rinuncerà a lei e complice sempre Fiamma, riuscirà ad arrivare a Eva per aprire il suo cuore e ad essere sincero.
Vi ricordate che sopra ho accennato alla socia di Brian? Ecco, la pazza arriverà a voler far qualcosa di molto brutto, ma per fortuna tutto si risolverà per il meglio e quando Brian aprirà del tutto il suo cuore a Eva non ci sarà più nessun malinteso a tenerli lontano e inizieranno il loro cammino insieme.
"«Devo confessarti una cosa». «Che cosa?» «Hai presente le mutandine che ti ho sfilato di dosso il giorno in cui ti portai ad Hampton Court?». Eva lo fissò perplessa. «Certo». «Le ho conservate. Le porto sempre con me, per ricordarmi quanto sia stato doloroso perderti. Non commetterò lo stesso errore un’altra volta». Lei sorrise strofinando le labbra contro le sue. «No, che non lo farai. Non te lo permetterò». Eva gli afferrò il colletto della camicia, tirandolo verso di sé «Vieni qui, Mr. Armitage». Fece scivolare la sua bocca su quella di lui, succhiandogli il labbro. Lo voleva. Totalmente. Profondamente."
Ehhh si si che dire...gli uomini ombrosi hanno sempre il loro fascino, poi se vengono descritti come massicci e con voce potente..beh noi lettrici iniziamo a perder la ragione ahaha. Per quanto riguarda Eva, non so...ho fatto fatica ad inquadrarla..subito mi è sembrata l'eterna indecisa ma poi ha saputo tirar fuori il caratterino.

Libro con una bella dose di passione, piacevole e scorrevole.



Commenti

Post popolari in questo blog

Rosso come l'amore in autunno di Fay Camshell -Recensione-

In your Arms di Erika Castigliano -Recensione-

RoomHate di Penelope Ward - Recensione Inedito -

Sedotte perché...

Anteprima